Lo zucchero di canna si estrae, come dice la parola stessa, dalla canna da zucchero (a differenza di quello bianco comune, che deriva dalla barbabietola).

La pianta, il cui nome scientifico è Saccharum Officinarum, è di origine indiana e viene attualmente coltivata, oltre che in Asia, principalmente in America meridionale e in Spagna.

La preparazione dello zucchero di canna grezzo può essere così sintetizzata: si estrae lo zucchero dal fusto macinando la canna ripulita dalle foglie, sminuzzandola e facendola macerare in acqua; si ricava così un “succo” (detto più propriamente melassa), da cui si ottiene, tramite ebollizione, una miscela purificata, da cristallizzare successivamente.

Nel caso dello zucchero di canna integrale, più naturale e più pregiato, la melassa, non raffinata, viene subito essiccata; ciò gli conferisce colore, profumo e aroma più intensi.

Il prodotto finale è lo stesso carboidrato, il saccarosio, un disaccaride composto da glucosio e fruttosio.

Lo zucchero di canna ha diverse proprietà preferibili rispetto a quello bianco: a parità di peso fornisce un maggior apporto di vitamine (principalmente del gruppo B, A e C) e sali minerali (potassio, magnesio, calcio, fosforo, fluoro e zinco) e un minor apporto calorico (377 kcal ogni 100 g contro 392), che scende notevolmente nel caso di zucchero di canna integrale (275 kcal/100 g).

Lo zucchero di canna è consigliato, oltre che per “ragioni di linea”, anche per la salute orale, poiché ha una minore incidenza sulla carie, tanto che i bambini sudamericani, che succhiano direttamente il succo dalle canne da zucchero, hanno denti sanissimi!

È inoltre ricco di acido glicolico, un componente che ha effetti importanti contro l’acne, dovute alle proprietà antisettiche ed esfolianti.

Lo zucchero di canna quindi non è una moda e nelle creme Teo&Bia viene utilizzato in esclusiva perché più salutare!