I lavori di piantumazione del noccioleto sono stati ultimati il 27 marzo, e 2400 piantine hanno posato le loro radici nei terreni di cascina Squarzolo.
In un momento di forte incertezza climatica dove l’inverno e la primavera sembravano fondersi creando condizioni uniche e sconosciute, abbiamo saputo cogliere i momenti più giusti e favorevoli per portare a compimento il nostro obiettivo.
Consigliati dai migliori esperti, abbiamo svolto il lavoro senza l’ausilio di nessun macchinario che non fossero vanghe e badili per fare i buchi nei quali mettere in posa le piantine.

Questo modo di agire, anche se più lungo e faticoso, ci garantirà un migliore attecchimento della piantina lasciando il terreno più “sciolto”.
Ultimata la fase di impianto e prima potatura, aspettiamo l’estate, durante la quale cominceremo con la sperimentazione omeopatica e la diffusione di frequenze elettromagnetiche tramite la musica.

Fiducia e passione sono state messe in ogni nocciolo piantato, per rendere i semplici gesti necessari alla loro piantumazione, unici e consapevoli del ruolo fondamentale che avranno in futuro le giovani piantine di oggi, quando saranno protagoniste di innumerevoli vicende.

Matteo Magnè